Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner
    Condividi questa pagina
Sommario
Santa Sabina all'aventino - abcRoma.com
Multimedia
Galleria fotografica - Foto del monumento con una breve descrizione
Non ci sono video del monumento

Descrizioni
La chiesa é situata sull'Aventino e lungo un fianco si affaccia su piazza Pietro d'Illiria, aperta nel 1614 nelle fortificazioni dei Savelli.
Fu eretta intorno al 425, sotto il pontificato di Celestino I, a opera del prete Pietro di Illiria.
Durante il Medioevo ebbe numerosi restauri e abbellimenti. Il papa Onorio III, nel 1222, la donò a San Domenico per il suo Ordine e fu in quella occasione che furono realizzati il campanile ed il chiostro.
Consistenti modifiche si ebbero nel corso dei restauri di Domenico Fontana nel 1587 su incarico di Sisto V.
Ulteriori interventi si ebbero nel Seicento e nel Settecento, fino a che, Antonio Munoz in due fasi, tra il 1914 ed il 1919 e tra il 1936 ed il 1937, effettuò il restauro che riportò la chiesa, che dal 1870 era stata trasformata in lazzaretto, alla struttura originaria.

Vi sono sepolti:
A. Ferracuti, D'Auxia, Francesco D'Elci, G. Bernerio, I. G. Cianti, Luca Bertani, Raniero D'Elci, Scipione D'Elci
La basilica ha un ampio porticato di accesso, in cui sono stati raccolti reperti venuti alla luce durante varie stagioni di scavo.
Il portale mediano della chiesa, che ha un bel contorno marmoreo di età classica, è chiuso da preziosi battenti di porta in legno di cipresso, riproducenti in rilievo scene dell'Antico e del Nuovo Testamento.
L'interno, luminoso, grande e solenne è diviso in tre navate da divise da due file di dodici colonne di marmo scanalate con capitelli corinzi. Sopra le arcate, per tutta la lunghezza della navata centrale, vi è un rivestimento di marmi policromi.
Della originaria decorazione del V secolo resta solamente una grande fascia a mosaico con un'iscrizione in lettere oro su fondo azzurro che ricorda che la fondazione della chiesa avvenne sotto il Pontificato di Celestino I da parte del prete dalmata Pietro d'Illiria.
I mosaici absidali furono invece asportati e al loro posto fu riprodotto da Taddeo Zuccari con la tecnica dell’affresco lo stesso tema del Cristo seduto in mezzo agli Apostoli.
Verso il fondo della navata centrale si può ammirare la Schola Cantorum del IX secolo ricostruita nel 1936 con lastre e frammenti dei pilastri e dei plutei originari.
Nella navata destra si trova un curiosa reliquia sorretta da una colonnina, una pietra nera che la tradizione vuole sia stata lanciata da Satana contro san Domenico per distoglierlo dalla preghiera. Poco oltre si apre la cappella di San Giacinto. Fu fatta costruire dopo il 1594, anno in cui il Santo venne canonizzato. La cappella è affrescata da Federico Zuccari, con all’altare una pala di Lavinia Fontana raffigurante la Vergine e S. Giacinto.
Di fronte alla cappella di San Giacinto, nella navata sinistra, vi è la cappella dedicata a Santa Caterina progettata da Giovanbattista Contini con pitture realizzate da Giovanni Odazzi. Gli affreschi rappresentano scene di vita di Santa Caterina e, nella cupola, la Gloria della Santa in Paradiso.
Sull'altare è posto il dipinto "Madonna del Rosario assisa in trono con ai lati San Domenico e Santa Caterina" capolavoro del 1643 di Giovanbattista Salvi detto il Sassoferrato.

Personaggi e Opere

Artisti ed opere in evidenza


Altri artisti presenti


Giovanni Battista Contini (Architetto) progettò nel 1671 la cappella d’Elci dedicata a Santa Caterina da Siena situata nella navata sinistra di fronte alla cappella di San Giacinto.
Altri: Eugenio Cisterna (Pittore)

Commissionarono la costruzione


Felice Peretti

Presero parte alla realizzazione


Domenico Fontana

Giochi
Puzzle - Giocando puoi ricostruire questa immagine

Gioco a Quiz

Punti d'interesse nelle vicinanze
Basilica dei Santi Bonifacio e Alessio
Basilica di Santa Maria in Cosmedin
Bocca della Verità
Santa Cecilia in Trastevere
Santa Maria del Priorato
Non ci sono musei nelle vicinanze
Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner

SuggerimentoSUGGERIMENTI

Per vedere quali sono i monumenti visitabili lo stesso giorno clicca sul bottone:

Conoscerai quali sono i monumenti ed i musei della zona


VETRINA





abcFirenze la guida di Firenze
Guida di Firenze


suggerimento

Cambia Grafica


Rimpicciolisci testo 13Dimensione testo15 Ingrandisci testo
Cambia dimensione testo


Cerca in AbcRoma


Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner