Sommario
San Nicola in Carcere - abcRoma.com

Posizione e storia

E' una chiesa medievale posta nel rione Ripa.
Ingloba i resti di tre templi del Foro Olitorio, risalenti all’età repubblicana e riedificati nel I secolo d.C., trasformati in prigione durante il Medioevo (di qui il nome "in carcere").
A nord si trovava il Tempio della Speranza, eretto dopo la prima guerra punica, otto colonne del quale risultano inserite nel fianco destro della chiesa, interrotte da un bel portale gotico; in mezzo si ergeva il Tempio di Giunone Sospita, di cui furono utilizzate due colonne per la facciata, realizzata nel 1599 da Giacomo Della Porta; a sud infine era posizionato il terzo Tempio, probabilmente dedicato a Giano e risalente al 260 a.C., della cui esistenza restano a testimonianza le sei colonne in travertino incorporate nel fianco sinistro dell’edificio attuale.
Ulteriormente restaurata e decorata durante il pontificato di papa Pio IX nel 1865, fu liberata nel 1932 dai fabbricati che le erano addossati, così da mettere in luce i resti degli antichi templi circostanti.



Vi sono sepolti:
Giovanni Battista Rezzonico
Pietro Vidoni

Descrizione

Essendo il risultato della sovrapposizione di edifici di epoche e di stili diversi, presenta elementi architettonici delle epoche più disparate.
Anche per il campanile tardo-romanico venne a sua volta sfruttata una preesistente torre di difesa, eretta a controllo della zona da una delle potenti famiglie romane all’inizio del Medioevo.
L’interno, a pianta basilicale, possiede anch’esso colonne e capitelli di reimpiego e mostra nelle pareti laterali alcune delle strutture dei templi visibili anche dall’esterno.
Le tre navate sono divise da quattordici colonne, diverse per materiale e per dimensioni, tutte provenienti dagli antichi templi.
Fra le numerose opere pittoriche conservate, meritano d’essere citati gli affreschi, opera di Giovanni Baglione, che adornano la Cappella Aldobrandini, nonché la frammentaria Madonna con Bambino di Antoniazzo Romano del 1470 circa, la "Trinità ed Angeli" del Guercino e l'"Ascensione" di Lorenzo Costa.

  • Presero parte alla realizzazione


  • Commissionarono la costruzione

Giovanni Maria Mastai Ferretti di Seniga
Lorenzo Corsini detto papa Clemente XII (Pontefice)

Lorenzo Costa (Pittore) con la pala d'altare "Ascensione di Cristo" databile nel periodo 1500 - 1510.

Altri:

Cristopher Hewtson (Scultore), Federico Fiori detto Barocci (Pittore), Guido Guidi (Pittore), Guidotto Pisano (Scultore), Orazio Gentileschi detto Lomi (Pittore), Vincenzo Pasqualoni (Pittore)

Basilica di Santa Maria in Cosmedin
Dista 325 metri

Bocca della Verità
Dista 327 metri

Palazzo dei Conservatori
Dista 200 metri

Palazzo Mattei di Giove
Dista 319 metri

Palazzo Nuovo
Dista 265 metri

Piazza del Campidoglio
Dista 294 metri

Portico d'Ottavia
Dista 152 metri

San Giorgio in Velabro
Dista 166 metri

Santa Caterina dei Funari
Dista 320 metri

Santa Cecilia in Trastevere
Dista 404 metri

Santa Maria in Aracoeli
Dista 314 metri

Santa Maria in Campitelli
Dista 254 metri

Sinagoga
Dista 101 metri

Teatro di Marcello
Dista 109 metri


Gioco a Quiz

  • Musei nelle vicinanze

Musei Capitolini
Dista 250 metri

Dista 406 metri


Pubblica il tuo banner
Pubblica il tuo banner


abcAlberghi.com
gli alberghi d'Italia


suggerimento

Cambia Grafica

Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner