Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner
    Condividi questa pagina
Sommario
Santi Domenico e Sisto - abcRoma.com
Multimedia
Non ci sono foto del monumento
Non ci sono video del monumento

Descrizioni
È situata in largo Angelicum sul Quirinale nel rione Monti.
Fu eretta nel 1569, sull’antica chiesa Santa Maria a Magnanapoli, sotto la direzione di Giacomo Della Porta. Nel 1575 vi si trasferirono le monache di San Sisto sulla via Appia (da allora conosciuto come S. Sisto Vecchio), luogo infestato dalla malaria.
La costruzione venne proseguita a partire dal 1609 da Niccolò Torriani affiancato da Carlo Maderno e poi dal fratello Orazio Torriani.
Fu restaurata sotto Urbano VIII e terminata con la costruzione della scenografica facciata barocca, opera, al pari della scala d’accesso, di Vincenzo Della Greca.
La facciata a due ordini di lesene accoppiate, di aspetto scenografico per la posizione elevata, è ornata da nicchie con statue. Nelle due nicchie inferiori del prospetto sono situate due statue del Maderno raffiguranti San Tommaso d’Aquino e San Pietro Martire mentre nelle nicchie superiori, sono poste le statue dei santi titolari della chiesa, opere del Canini.
L'interno ricco di decorazioni di marmi policromi, presenta un'unica navata con volta a botte con un affresco prospettico raffigurante l’Apoteosi di san Domenico, opera secentesca di Domenico Maria Canuti e di Enrico Haffner, risulta ulteriormente impreziosito dal gruppo scultoreo del Noli me tangere di Antonio Raggi e da un pregevole altare maggiore realizzato su disegno di Gian Lorenzo Bernini.
A destra della chiesa vi è il convento domenicano che si sviluppa intorno ad un chiostro.

Personaggi e Opere

Artisti ed opere in evidenza


Altri artisti presenti


Marcantonio Canini (Pittore) le statue raffiguranti i santi titolari della chiesa poste nelle due nicchie superiori della facciata.
Domenico Maria Canuti (Pittore) con l'affresco prospettico della volta raffigurante l’Apoteosi di san Domenico.
Enrico Haffner (Pittore) con l'affresco prospettico della volta raffigurante l’Apoteosi di san Domenico.
Francesco Allegrini (Pittore) con il dipinto "Matrimonio mistico di santa Caterina da Siena" del 1632.
Pier Francesco Mola (Pittore) con la pala d'altare "Immagine di san Domenico portata a Soriano dalla Madonna, da santa Maria Maddalena e santa Caterina d'Alessandria" databile nel periodo 1647 - 1648.
Luigi Primo detto Gentile (Pittore) con l' affresco "Annunciazione".
Anonimo (Pittore) con l' affresco "Gloria di san Domenico ; Architettura illusionistica" databile nel periodo 1673 - 1675.
Altri: Bennozzo Di Lese detto Gozzoli (Pittore), Francesco Gentili (Pittore), Giovanni Francesco Romanelli (Pittore), Giovanni Lanfranco (Pittore), Pietro Paolo Baldini (Pittore)

Commissionarono la costruzione


Michele Gislieri detto papa Pio V (Pontefice)

Presero parte alla realizzazione


Niccolò Torriani (Architetto) a partire dal 1609 proseguì i lavori di costruzione iniziati da Giacomo Della Porta.
Carlo Maderno
Orazio Torriani (Architetto) sostituì il fratello Niccolò nei lavori di costruzione.
Vincenso Della Greca (Architetto) eseguì la facciata barocca e la scala d’accesso a due rampe.
Felice Della Greca (Architetto)

Giochi

Gioco a Quiz

Punti d'interesse nelle vicinanze
Foro di Cesare
Foro Romano
Mercati Traianei
Palazzo Colonna
Palazzo della Consulta
San Giuseppe dei Falegnami
San Lorenzo in Miranda
Santi Cosma e Damiano
Santi Luca e Martina
Santissimo Nome di Maria
Torre delle Milizie
Galleria Colonna
Galleria Pallavicini
Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner

SuggerimentoSUGGERIMENTI

In Google nelle tue ricerche su Roma aggiungi la parola abc.
Esempio:
Otterrai nei risultati pagine di questo sito


VETRINA





abcAlberghi.com
Alberghi d'Italia


suggerimento

Cambia Grafica


Rimpicciolisci testo 13Dimensione testo15 Ingrandisci testo
Cambia dimensione testo


Cerca in AbcRoma


Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner