Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner
    Condividi questa pagina
Domanda
  • Invia la tua Risposta

Codice antiSPAM: 189648
Digita il codice antiSPAM
Pseudonimo:
Scrivere il testo della risposta:*

(*) Tutte le risposte sono espressione dei punti di vista degli autori, pertanto gli autori stessi hanno la TOTALE responsabilità di ciò che scrivono.
Lo staff del forum si riserva il diritto di cancellare la domanda o cancellare singole risposte per qualsiasi motivo.

  • Altre risposte già date

Risposta 6 (15/06/2012 Ore:18:09:27)

Sono di Bologna. Conosco il pittore Vittorio Mandes che abitava a Monterenzio e posseggo parecchi suoi quadri che mia suocera comprava agli inizi della sua carriera, vorrei sapere se espone, dove e la quotazione . Giuliana Facchini in Cerioli

Risposta 5 (17/01/2010 Ore:12:45:00)

che pittore e m martinelli

Risposta 4 (25/10/2009 Ore:19:56:49)

Anch'io ho un paio di quadri di Mandes, qualcuno sa dirmi il reale valore ? Dove posso eventualmente venderli? Grazie. mionome50@gmail.com

morodimira

Risposta 3 (05/02/2008 Ore:15:55:59)

ho trovato delle vostre risposte sul pittore. mi ritrovo con dei suoi quadri ma li vorrei veendere dove mi posso rivolgere?

lunima

Risposta 2 (12/08/2005 Ore:11:58:13)

Conosco Vittorio Mndes, lo stimo ed apprezzo: invio su di lui quanto pubblicato su "Archivio storico degli artisti Italia" vol 12. Paolo Rubbi - Pianoro (Bologna)
Vittorio Mandes
Pittore, nato a Bologna nel 1935, ha vissuto e lavorato a Monterenzio e Bologna; attualmente vive a Pianoro(Bo) (Via Fantini, 11 tel 051 6516961); è membro delle Accademie: de I 500 di Roma; Paestum di Salerno; Guglielmo Marconi; Internazlonale I Principi di Genova; Scienze, Lettere, Arti di Mllano.
Il critico OTELLO MARlO MARTINELLI così ci presenta l’opera di questo artista: “... Un contenuto quasi sfuggente nell’irrealtà, come di un racconto fiabesco, è proposto in ogni sua opera, anche nelle ultime che assimilano maggiore completezza di toni e si adeguano all’assemblaggio di oggetti e situazioni prescelte. L’impiego del colore, quasi con parsimonia per evitare le luminosità di effetti manieristici, rimane una costante inderogabile a cui si sottopone; viene da pensare che non può rinunciare a quei toni di opacità, dovendo esternare una solitudine contaminata da un adeguamento estenuante. Mandes, in questa specie di esilio dalla concretezza immanente ritrova i silenzi di una serenità che hanno la durata di lunghi momenti, misurati dal trascorrere di un tempo che non riesce più a parcheggiare in noi stessi, sospinti alla ricerca di un’urgenza. Frammenti compositi da impulsi vitali provenienti da origini inafferrabili nell’insieme di un’unità riprodotta in ogni quadro, come un soffio indistruttibile. Mandes è conseguente, i suoi paesaggi nascono vlvificati dalle mani che raccolgono i colori come alimento da trasmettere a creature d’amore, e non ne ricava mai delusioni o incertezze, sapendo di offrire il convincimento e la fiducia nei valori dello spirito. Mandes ci coinvolge per quel senso di trascendente fantasia che è l’immaterialità dei nostri pensieri, purificati dal ritorno nei luoghi proibiti,.. Una nota critica di MAURO DONINl: “ ... Vittorio Mandes riesce a trasportare sulla tela tutta la musicalità della natura, dei momenti più trascurati della giornata umana. C’è sempre nei suoi quadri l’ispirazione musicale, ... che denuncia con insistenza una sensibilità estrema scevra da forzature, da manierismi. ... Dalle sue dita (non usa i pennelli) escono le tonalità più gentili... un mondo costruito con perizia, vibrante di lirismo, senza sbandamenti. Un accostamento di colori perfetto che evidenzia un’espressività maturata al di fuori di ogni artificio, ma dettata dalla sincerità spontanea di vero artista... Una pittura di immagine plastica, una costruzione aerea di voci che nel silenzio rendono musica di tempo...” Alcune parole di LINO CAVALLARI: “ ... adotta un linguaggio cangiante memore talvolta, in certi paesaggi marini, di silenzi attoniti di Carrà e tal’altra dalI’atmosfera febbrile dei simbolisti: William Blake per esempio. Forse questi accostamenti emergono nel pittore a livello inconscio, come recuperati da quel fondo collettivo di archetipi nel quale pesca più o meno abbondantemente ciascuno di noi...”

Personali
1962: Gall. della Bottega, Bologna; 1966: Gall. d’Arte Le Muse, Bologna; 1968-70: Sala Mostre Aziende di Soggiorno di Castelluccio; Porretta Terme; Gaggio Montano; Monterenzio, Bologna; Badi; Loggia Palazzo Comunale, S. Lazzaro di Savena; 1971: Sala Mostre Guccini, Bologna; Gall. Marino. Cattolica; 1972: Palazzo Comunale Loiano; Circolo Amicizia, Vignola; Gall. La Perla, Prato; 1973: Galleria Beltegeuse’s, Bologna; 1974: Galleria Pecchini, Luzzana; Gallr dell’Arca, Creval core, Bologna; Sala E.P.T., Monghidoro; Neue Residenz Museum, Bamberg, Germania; Kunstverein, Coburg, Germania; Galleria Montparnasse, Casalecchio di Reno, Bologna; 1975: Galleria La Pialla, Bologna.
Collettive e rassegne
1960: Rassegna Pittori Emiliani, Santa Margherita Ligure 1962: I Mostra Naz. Pittura Contemp., Rescaldina; 1963: Mostra Nazionale del Paesaggio Italiano, Milano; Mostra Interregionale di Arte; 1964: Mostra Naz. Piccolo Formato, Bologna; 1965: Premio Nazion. Città di Sulmona, 1966: Mostra Nazionale Pittura Contemp., Valle del Senio 1967: Mostra Pittura Contemp. Vignola; Mostra Naz. d’Arte Sacra, Bologna; Mostra Intern. di Grafica Contemp., Vignola; 1970-72: Mostra Naz. d’Arte Contemp. nelle città di Morciano; Vignola; Vergato; Bologna; Schivenoglia; Castelfranco Emilia; Cattolica; Misa; 1971: Piz Lagalb Svizzera; I Biennale Città di Rimini; 1972: Mostra Internaz. Il Pavone d’Oro, Milano, Mo stra Internazionale, Paestum, Salerno; 1973: Rassegna Firma mento Artistico, Gall. La Pialla, Bologna; V Premio Pittura, S. Agata Bolognese, I Mostra Naz. Pittura, Chioggia, Vlll Rassegna d’Arte Pittori Contemp., Galliano;1974: XIV Mostra Internazionale, Paestum, Salerno; Mostra Nazionale Tarcisio Grandi, Mo dena.
Bibliografia essenziale
Le Arti; La Stagione; ll Resto del Carlino; L’Avvenire; L’Unità; Qui Bologna; Due Torri, La Mercanzia; L’Avanti!; La Gazzetta di Ravenna; Con Noi; Il Mondo; La Gazzetta di Ferrara; Il Giornale d’ltalia; La Gazzetta di Modena; La Gazzetta dl Reggio Emilia; La Nazione, Il Narclso; La Lealtad, Argentina, Libera Stampa; Lugano; La Gazzetta Ti cinese; Il Miliardo; La Ribalta; Feuilletton; Frankischer Tag; Cobuger Tageblatt; Neue Presse. Hanno scritto: Renzo Balduccelli; Luciano R. Fabbrl; Filiberto Guaraldi; Mauro Donini, Lino Cavallari; Luciano Bertacchini, A. Rovinetti; Athos Vianelli; Franco Riccomini; Rinaldo Tagliavini; Otello M. Martinelli; Roberto Carassia.


Risposta 1 (29/05/2005 Ore:13:57:49)

ciao, anch'io vorrei avere notizie di questo pittorio.Ho un suo quadro dal titolo:"forno antico", acquistato nel 1977.

Paola
  • <<
  • <
  • 1
  • >
  • >>
  • Vai alla pagina
Risposte per pagina:   
Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner

SuggerimentoSUGGERIMENTI

Per ottenere la lista dei monumenti clicca sul link:
Monumenti (posto nel menù sotto L'ARTE)


VETRINA

Hotel, B&B, ... in Italia

Risparmia con le offerte e gli sconti che trovi su AbcAlberghi.com

Trova e confronta prezzi

Con migliaia di prodotti in offerta puoi risparmiare tempo e denaro



abcAlberghi.com
Alberghi d'Italia


suggerimento

Cambia Grafica


Rimpicciolisci testo 13Dimensione testo15 Ingrandisci testo
Cambia dimensione testo


Cerca in AbcRoma


Pubblica il tuo bannerPubblica il tuo banner